Viaggio studio Fattorie Sociali Irlanda

Viaggio studio Fattorie Sociali Irlanda

Dal 2 al 5 ottobre scorso la Rete Fattorie Sociali ha organizzato, d’intesa con Enapra (ente di formazione di Confagricoltura), un viaggio studio nella Repubblica d’Irlanda e nell’Irlanda del Nord. Lo scopo della visita è stato quello di approfondire i caratteri delle fattorie sociali (attività, beneficiari, operatori, costi e rapporti tra azienda e partecipante) e le peculiarità del modello di supporto all’agricoltura sociale che si è sviluppato in quelle realtà. Ma la permanenza nei contesti di quei territori e il confronto diretto con gli agricoltori e gli animatori delle strutture di supporto hanno fatto emergere ulteriori problematiche. Ci siamo, pertanto, ripromessi di approfondirle, acquisendo dalle agenzie di sviluppo con cui abbiamo interloquito ulteriori informazioni e materiali di studio e ricerca.

È stata un’esperienza molto utile perché una delle difficoltà che incontriamo in Italia è proprio nel rapporto tra operatori dell’agricoltura sociale e pubbliche amministrazioni territoriali; un rapporto complicato che andrebbe invece semplificato e reso fluido; e andrebbe anche supportato da soggetti aggregativi che siano non solo riferimento delle strutture operative agricole e dei beneficiari e le loro famiglie, ma riconosciuti dai soggetti pubblici titolari delle politiche sociali e socio-sanitarie nei territori.

Premiazione progetto “essenzialMENTE vivaIO”

Premiazione progetto “essenzialMENTE vivaIO”

Sostenere l’agricoltura sociale, incoraggiando e accompagnando lo sviluppo di attività imprenditoriali capaci di coniugare sostenibilità e innovazione. Questo l’obiettivo di ”Coltiviamo agricoltura sociale”, il bando indetto da Confagricoltura e Onlus Senior-L’Età della Saggezza,con Intesa Sanpaolo e la partecipazione attiva della Rete Fattorie Sociali, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata, giunto alla sua III edizione.
Si è tenuta a Roma, nella sede di Confagricoltura, alla presenza del presidente Massimiliano Giansanti e del sottosegretario alle Politiche agricole, alimentari, forestali e del Turismo Alessandra Pesce, sono stati illustrati gli esiti dei progetti che hanno vinto l’edizione 2017. Tre i premiati: la cooperativa agricola Giuseppe Garibaldi di Roma, l’azienda agricola Vivaio Villanova di Foggia e l’azienda agricola sociale Capone di Macerata, che si è aggiudicata la sezione dedicata alle zone colpite dal terremoto.
Questi i tre progetti che hanno vinto l’edizione 2017.

“Ti p’orto l’orto con l’ape che gira” della Cooperativa G.Garibaldi, Roma
Il progetto nasce dall’esigenza di chiudere il ciclo produttivo della Cooperativa Sociale G. Garibaldi, attivando un punto vendita ambulante, attraverso il quale i giovani adulti con autismo severo della Cooperativa incontreranno al “mercato” la città, portando i frutti del proprio orto e se stessi tra la gente. L’Ape che gira diventa così un moltiplicatore di opportunità di incontro e quindi potenziale strumento abilitativo, oltre che un modo per sensibilizzare i cittadini sui disturbi dello spettro autistico.

“Essenzialmente vivaio” di “Vivai Villanova”, Foggia
Il progetto prevede l’avvio della coltivazione di piante aromatiche – officinali (rosmarino, timo, menta, lavanda) per la produzione di oli essenziali con l’inserimento lavorativo, inizialmente nella fase della produzione primaria, di persone con disagio sociale o disabilità. Il passo successivo comporta il loro inserimento nella fase della trasformazione, che culminerà nella costituzione di una nuova cooperativa, “Gli essenziali”, che vedrà tra i soci proprio le persone target del progetto.

“Ubuntu” di “Apicoltura Capone”, Pollenza in provincia di Macerata (Premio riservato alle zone terremotate)
Il progetto (Ubuntu in africano sud-sahariano indica benevolenza verso il prossimo, forte senso di umanità) prevede l’inserimento di ragazzi fragili che soffrono di ritardo mentale e dello spettro autistico nelle attività aziendali, in particolare nell’apicoltura e nell’equitazione. L’obiettivo è quello di creare una rete di aziende, associazioni ed enti pubblici, per sviluppare idee, proposte e collaborazioni volte alla rinascita economica e allo sviluppo di servizi nelle zone duramente colpite dal terremoto.

Un ringraziamento particolare a chi ha sostenuto il progetto, a chi ha creduto in noi e a chi continuerà a darci fiducia.

 


2° CORSO DI FORMAZIONE IAA 2018 – MARTINA FRANCA (TA)

2° CORSO DI FORMAZIONE IAA 2018 – MARTINA FRANCA (TA)

CORSO DI FORMAZIONE PROPEDEUTICO I.A.A. – INTERVENTI ASSISTITI CON GLI ANIMALI
11 -12 – 13 OTTOBRE 2018, MARTINA FRANCA (TA)

PROGRAMMA DIDATTICO

GIOVEDÌ 11 OTTOBRE 2018
09:00 – 13:30 (4,5 ORE) / 14:30- 17:30 (3 ORE)

Anna Pilolli – Referente Smile Puglia attività di formazione IAA
09:00 – 09:30 “Presentazione del corso e del percorso formativo”
Prof.ssa Patrizia Ponzio – Medico Vetrerinario – Università di Torino – Dip. Scienze Veterinarie
09:30 – 11:30 “I fondamenti e le caratteristiche della relazione uomo-animale”
11:30 – 13:30 “La tutela del benessere animale”
13:30 – 14:30 PAUSA PRANZO
14:30 – 15:30 “Ruoli e responsabilità delle figure professionali ed operatori coinvolti: il ruolo del medico veterinario
15:30 – 17:30 “Il Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali. Linee Guida, cornice normativa nazionale ed internazionale inerente la tutela del benessere animale. Esperienze di IAA”

VENERDÌ 12 OTTOBRE 2018
09:30 – 13:30 (4 ORE) / 14:30 – 18:30 (4 ORE)

09:30 – 10:30 Giuseppina di Cesare – Sociologa esperta AS SMILE PUGLIA – “Esperienze di IAA”
10:30 – 13:30 Gianluigi Colomba – Psicoterapeuta esperto IAA “I fondamenti e le caratteristiche della relazione uomo-animale. Esperienze di IAA”
13:30 – 14:30 PAUSA PRANZO
14:30 – 16:30 Telemaco Traverso – Psicoterapeuta esperto IAA – “Gli ambiti di lavoro: caratteristiche degli utenti e realtà operative”
16:30 – 18:30 Telemaco Traverso – Psicoterapeuta esperto IAA – “Ruoli e responsabilità delle figure professionali ed operatori coinvolti: l’equipe multidisciplinare”

SABATO 13 OTTOBRE 2018
09:.30 – 13:30 (4 ORE) / 14:30- 18:00 (3,5 ORE)

Assunta di Matteo – Pedagogista Clinico – Coordinatrice Rete Fattorie Sociali Puglia – Coordinamento Scientifico corso IAA
09:30- 12:30 “Storia e presentazione IAA”
12:30 – 13:30 “Le Fattorie Sociali e gli IAA”
13:30 – 14:30 PAUSA PRANZO
14:30 – 16:30 “Definzione di AAA, EAA, TAA”
16:30 – 18:00 “Esperienze di IAA”

CONSIDERAZIONI E VERIFICA FINALE

LE LEZIONI SI SVOLGERANNO PRESSO LA SEZIONE WWF TRULLI E GRAVINE – Monte Sant’Elia Str. pr.53 km 54 – Massafra (Ta)


Gli I.A.A. – Interventi Assistiti con gli Animali hanno valenza terapeutica, riabilitativa, educativa e ludico-ricreativa e comprendono tre ambiti di intervento: Terapie Assistite con gli Animali (TAA), Educazione Assistita con gli Animali (EAA) e Attività Assistite con gli Animali (AAA).

La presenza di un animale permette in molti casi di consolidare un rapporto emotivo con il soggetto in trattamento e, tramite questo rapporto, stabilire sia un canale di comunicazione paziente-animale-medico sia stimolare la partecipazione attiva del paziente. Gli Interventi Assistiti con gli Animali può essere sostenuta da metodologie che per mezzo della tattilità garantisce disponibilità e piacere ad abitare positivamente il proprio corpo fino a renderlo dialogante, disponibile allo scambio come il Body Work.

Corso di formazione IAA 2018 – TRICASE (LE)

Corso di formazione IAA 2018 – TRICASE (LE)

CORSO DI FORMAZIONE PROPEDEUTICO I.A.A. – INTERVENTI ASSISTITI CON GLI ANIMALI

20 – 21 – 22 SETTEMBRE 2018, TRICASE (LE)


PROGRAMMA DIDATTICO
GIOVEDI’ 20 SETTEMBRE 2018
10:00 – 13:00 (3 ORE) / 14:00 – 19:00 (5 ORE)
Assunta di Matteo – Pedagogista clinico – Coordinatrice Rete Fattorie Sociali Puglia – Coordianemento Scientifico corso IAA

10:00 – 11:00 “Presentazione del corso e del percorso formativo”
11:.00 – 13:00 “Le Fattorie sociali e gli IAA”
13:00 – 1400 PAUSA PRANZO
14:00 – 19:00 “Storia e presentazione degli IAA – Definizione di AAA, EAA e TAA”

VENERDI’ 21 SETTEMBRE 2018
09:.00 – 13:00 (4 ORE) / 14:00- 18:00 (4 ORE)

09:00 – 11:00 Assunta di MatteoPedagogista ed esperta di IAA – “Esperienze di IAA”
11:00 – 13:00 Giuseppina di CesareSociologa esperta AS SMILE PUGLIA – “Esperienze di IAA”
13:00 – 14:00 PAUSA PRANZO
14:00 – 17:00 Gianluigi Colomba – Psicoterapeuta esperto IAA – “Gli ambiti di lavoro: caratteristiche degli utenti e realtà operative”
17:00 – 18:00 Gianluigi Colomba – Psicoterapeuta esperto IAA – “Ruoli e responsabilità delle figure professionali ed operatori coinvolti: l’equipe multidisciplinare”

SABATO 22 SETTEMBRE 2018
09:.00 – 13:30 (4,5 ORE) / 14:30- 18:00 (3,5 ORE)

09:00 – 11:00 Loredana Capone – Medico veterinario – “I fondamenti e le caratteristiche della relazione uomo-animale”
11:00 – 13:30 Loredana Capone – Medico veterinario – “La tutela del benessere animale”
13:30 – 14:30 PAUSA PRANZO
14:30 – 18:00 Eugenio Milonis – Piscoterapeuta Presidente Rete IAA – “Il Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali. Linee Guida, cornice normativa nazionale ed internazionale inerente la tutela del benessere animale. Esperienze di IAA”

CONSIDERAZIONI E VERIFICA FINALE

LE LEZIONI SI SVOLGERANNO PRESSO LA COOP. SOCIALE SMILE – Via Giolitti,2- TRICASE (Le)


Gli I.A.A. – Interventi Assistiti con gli Animali hanno valenza terapeutica, riabilitativa, educativa e ludico-ricreativa e comprendono tre ambiti di intervento: Terapie Assistite con gli Animali (TAA), Educazione Assistita con gli Animali (EAA) e Attività Assistite con gli Animali (AAA).

La presenza di un animale permette in molti casi di consolidare un rapporto emotivo con il soggetto in trattamento e, tramite questo rapporto, stabilire sia un canale di comunicazione paziente-animale-medico sia stimolare la partecipazione attiva del paziente. Gli Interventi Assistiti con gli Animali può essere sostenuta da metodologie che per mezzo della tattilità garantisce disponibilità e piacere ad abitare positivamente il proprio corpo fino a renderlo dialogante, disponibile allo scambio come il Body Work.

 

Nomina dei membri della consulta territoriale per i disturbi dello spettro autistico

Nomina dei membri della consulta territoriale per i disturbi dello spettro autistico

Si è tenuta a Cerignola, presso il Servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Ospedale “Tatarella”, la seduta inaugurale della Consulta provinciale per i disturbi dello spettro autistico, prima esperienza del genere su tutto il territorio pugliese. All’incontro, presieduto dal Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla, hanno partecipato il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Antonello Bellomo, le associazioni di volontariato e delle famiglie, il Comitato Consultivo Misto, gli operatori del Centro Territoriale per l’Autismo di Lucera, la responsabile dell’Area Servizi agli Studenti Valeria Puccini dell’Università di Foggia.

La Consulta nasce a conclusione di un percorso propedeutico in cui ASL, associazioni delle famiglie e di volontariato, Comitato Consultivo Misto e membri delle Società Scientifiche hanno condiviso e adattato alle esigenze del territorio la bozza del Regolamento, scelto la sede (l’Ospedale di Cerignola), nominato i componenti.

Dal mondo dell’associazionismo provengono Giovanni Totta (eletto presidente della Consulta), Mario Chimenti, Telemaco Traverso, Marcello Stefani, Maurizio Alloggio, Pasqua Labia, Walter Mancini, Angelo De Giorgi. Della Società Italiana di psichiatria sono Angelo De Giorgi e Antonio Ventriglio. A rappresentare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della ASL Rachele Cristino e Lina Appiano. Al gruppo si aggiungono, infine, gli operatori esperti del settore Lucia Russi, Vincenzo Orsi, Carolina Villani, Maria Assunta Mancini.

La Consulta sarà un osservatorio del fenomeno dell’autismo in provincia di Foggia: avrà il compito, infatti, di esaminare l’evolversi delle condizioni di vita, la situazione sociale e le esigenze della popolazione portatrice di disagio autistico; promuovere la partecipazione attiva delle persone con disturbo dello spettro autistico alla vita della collettività ed il riconoscimento dei loro diritti; favorire la diffusione e l’informazione delle metodologie basate sull’evidenza scientifica e dei progetti di vita indipendente; sostenere azioni finalizzate al miglioramento dell’assistenza e degli interventi educativi in favore delle persone affette da autismo.

Durante la seduta della Consulta è stato presentato il progetto per l’attivazione di un “modulo terapeutico  estensivo” riservato ai bambini di età compresa tra 6 e 11 anni, l’unico a gestione pubblica della provincia di Foggia.  Il modulo avrà sede a Cerignola nei locali che ospitano il Servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

La dotazione organica, attualmente rappresentata da una logopedista, una neuropsicomotricista, un educatore professionale e una psicologa, sarà completata, al termine delle procedure concorsuali, da altre figure professionali, secondo gli standard regionali. A regime, il modulo potrà erogare venti pacchetti di prestazioni ambulatoriali secondo quanto definito dal Regolamento Regionale 9/2016 che definisce i criteri per la costituzione assistenziale territoriale sanitaria e socio sanitaria per i disturbi dello Spettro Autistico.

Progetto “essenzialMENTE vivaIO”

Progetto “essenzialMENTE vivaIO”

Vi presentiamo il progetto essenzialMENTE vivaIO – Vivere l’Inclusione Valorizzando Attività Innovative di Orto di aiuto”, vincitore della seconda edizione del concorso “Coltiviamo Agricoltura Sociale” 2017, indetto da Confagricoltura e Onlus Senior – L’Età della Saggezza, in collaborazione con la Rete delle Fattorie Sociali, Intesa Sanpaolo e l’Università di Roma Tor Vergata.

In partnership con Solo Uguali Diritti – S.U.D, Vivai Villanova e Sesamo Software.

Questo progetto consente a chi soffre di un disagio sociale o disabilità di seguire un percorso di inclusione sociale e lavorativa, con il supporto di terapie complementari come l’orto di aiuto, in collaborazione con équipe multidisciplinari strutturate, formate da pedagogisti, educatori, psicologi-psicoterapeuti e agricoltori anziani del territorio.

Vi invitiamo a seguire le attività dei nostri ragazzi sulla pagina facebook.

 

 

Notte Verde

Notte Verde

La SUD continua il suo percorso a favore delle persone con disabilità e disagio sociale attraverso l’agricoltura sociale. Il 31 agosto a Castiglione d’Otranto, durante la Notte Verde 2017, la SUD insieme con il Comune di Melpignano presenteranno esperienze di agricoltura sociale nell’ambito della “strada della terra che cura”.

notte-verde-puglia-2017

notte-verde-puglia-SUD